News

PASTICCIO PdR

18.4.07

AMMINISTRATIVE O REFERENDUM?


Si profila una tornata elettorale senza ostacoli per il Di Marco.
A 10 giorni dalla presentazione delle liste,
difficile sembra garantire anche una opposizione legittima,
necessaria, libera.
La nave dei contrari all’attuale Amministrazione
affollata da troppe specie incompatibili,
muove senza timone, destinata al naufragio.
Tussio cerca sponde a Prata, immemore però
di quello che è stato, dei 5 anni passati al buio,
ridotti a Leonello.
A Prata qualcuno propone la resa, una sola lista, il Di Marco;
lottare sul quorum, fare delle amministrative un Referendum,
invitare i paesani il 27-28 maggio in gita al mare,
pranzo di pesce pagato.

In pochi capiscono, sguardo rivolto al futuro,
che sarebbe il caso di proporre nomi nuovi,
da presentare per crescere e competere tra 5 anni;
quando anche questa varicella decennale,
sarà passata.

3 commenti:

Orion ha detto...

Io una mezza idea per il referendum ce l'avrei: abroghiamo il comune di Prata D'Ansidonia, chiedendo agli elettori di andarcene o con S.Demetrio o con Barisciano,che ritengo comuni un pò più evoluti di noi (e magari ci aggiustano qualche strada di collegamento).Infatti domenica il sindaco mi ha detto (quando gli chiedevo che fine hanno fatto le strade nel piano regolatore) che ormai i soldi non ci sono più per queste opere ed è sempre più difficile ottenere finanziamenti; per cui almeno creiamoci noi una alternativa (e mettiamoci la faccia)!!?? Sono invece di parere un pò diverso sul pronostico elettorale: chiunque si presenta contro l'attuale amministrazione parte con almeno il 40% dei voti in tasca,non tanto per il consenso alla lista (eventuale), ma perchè voterebbero comunque contro a chi c'è adesso !!!

Meditevolmente ...

PJ ha detto...

Caro Orion
qualcuno vorrebbe cedere Tussio al Comune di S.pio e acquisire Castelnuovo...
tu proponi di sopprimere il Comune di Prata...
MA DAI....
FACCIAMO I SERI;
mettiamo da parte le utopie!
Tornando al post, il tuo 40%,
nel caso di 2 liste,
sarebbe cmq insuff per vincere;
quindi, in qualke modo, convieni che un altro candidato parte perdente. DICO MALE?
In questa situazione, c'è però da sottolineare che, qualsiasi altra lista, nn importa quanti voti raccoglierebbe, darebbe in dote numero 4 consiglieri di minoranza.
(questo prevede il sistema elettorale)
IO RIPETO CHE E' DOVEROSO garantire in consiglio un CONTRADDITTORIO, tenendo bene a mente quanto sopra, e quindi presentare un alternativa.

IL post in tal proposito voleva sottolineare che, allo stato attuale delle cose, c'è una difficoltà reale nel farla una seconda lista!

In parte perkè nessuno accetta volentieri di candidarsi sapendo di perdere;
per la restante parte xè il 40% degli elettori di cui parli, sono troppo eterogenei, al limite della incompatibilità.

Intanto i giorni passano e tra una settimana scadono i termini....

SPERIAMO IN MEGLIO
CiauZ

Chalsie ha detto...

People should read this.