News

PASTICCIO PdR

17.4.07

IL POTERE.....DELLE CHIACCHERE!!!


Che gran potere hanno le chiacchere!
Ci fanno immaginare scenari che crediamo già reali...
I sogni. Come quelli che si fanno a 8 anni, talmente forti e voluti che a forza di crederci non c'è più distinzione tra reale ed immaginario....
Parlando tutti hanno le loro belle idee di attacco al potere,di gestione, di cambiamento, peccato che queste rimangono solo nelle capocce delle persone non trovando mai riscontro nei fatti.Ci si crede quando se ne parla, si viene assaliti dalla convinzione, piace la realtà virtuale creata dalle parole ma.....poi???
Tutto rimane così com'è perchè nessuno è in grado, per mancanza di capacità(forse???) o per semplice pigrizia, di mettere in opera ciò che dice.
Le chiacchere, però, vanno avanti di pari passo con le lamentele di chi non gli stà bene, di chi vorrebbe fare, operare, comandare(ovvero amministrare).
Idee, parole, chiacchere/ate siamo i primi della classe in questo, ma quando si prova a quagliare o lo si fà nella maniera sbagliata, andando allo sbaraglio per mancanza di una vera squadra titolare e competitiva(alla faccia della credibilità) o non lo si fà per niente.Ma le chiacchere continuano e continueranno, avendo come unico risultato quello di illudere, autoconvincendo, solo coloro che parlano, parlano, parlano.
C'è una logica in tutto questo???
Certo che no!
Anzi si!

VOTIAMO FRANCESCO!!!!!!!

8 commenti:

PJ ha detto...

Abitudini diffuse Caro Cangini.

come quella di accomodarsi,
sul carro del vincitore.
come non averle affatto le idee.
testa per spartire orecchie;
bocca che ripete solo
ciò che sente;
occhi TV;
vuoti a perdere.

Abitudini che ti fanno
pecora grassa
che un LUPO
non mangerebbe.

la politica "locale"
è solo
algebra elementare.
nessun significato altro.
a u t o r e f e r e n z i a l e.

Altrimenti come spiegare
questo vicolo cieco
dove è sconveniente sostare
anche solo per pisciare?

Orion ha detto...

. . . .e ringraziamolo anche per:

1- Aver portato l'ICI al 6 per mille;
2- Aver aumentato lo stipendio del sindaco (prima di diventare presidente della comun montana)
3- Aver istituito il gettone di presenza per i componenti della giunta comunale;
4- Aver previsto nel piano regolatore la zona artigianale-industriale a ridosso del lago Di S.Pio (ottimo per i nostri compaesani !!)
5- Avere contribuito all'annientamento insieme alla giunta della 'crudele' ed improduttiva manifestazione quale era: la sagra. . . . . . .
Sono stato un pò ingeneroso,dico perciò (a parziale compensazione)che è stato anche presente,attivo, capace nella gestione ordinaria e appassionato del nostro paesello; per cui lo preferirei comunque ad una eventuale candidatura 'estera' (non residente o cmq non presente)al nostro comune !!

saluti

pannina ha detto...

Personalmente non credo di avere ancora abbastanza elementi per poter parlare bene o male dell'attuale sindaco.
Ma mi viene comunque spontaneo fare una considerazione.
In questa come in altre situazioni credo che il diritto di lamentarsi e criticare debba essere ad esclusivo appannaggio di chi ha provato a far si che le cose fossero diverse, mettendoci la faccia in prima persona.
Detto ciò, invito pubblicamente Orion a conquistarsi tale diritto, accettando una volta per tutte di prendere parte al gioco, e cercando, per quanto possibile, di contestare, dall'interno della prossima amministrazione, le scelte discutibili che verranno fatte dal 28 maggio in avanti.
Caro Orion, se le è data la possibilità di partecipare attivamente a tali scelte (previa verifica di non dover semplicemente fare numero), la colga.
Credo che tutti i bloggers, indipendentemente dal loro colore politico, saranno ben lieti di supportare la sua presenza nella maggioranza con consigli e critiche costruttive, da far arrivare direttamente a chi di dovere.
E se anche la sua dovesse essere una lotta contro i mulini a vento, se non altro si sarà guadagnato il diritto di lagnarsi, come e quando vorrà.
Sperando vivamente che queste mie considerazioni non diano spunto alle sue solite e scontate esternazioni sul mio stato civile, cordialmente la saluto.

Pannina

Palmiro Cangini ha detto...

(Assolutamente nulla di personale Orion e Pj), ma....
Dio ti benedica Pannina!!!!!!
Sei l'unica che ha colto nel segno il vero senso dell'articolo da me postato(o quantomeno l'unica che ha avuto il coraggio di scriverlo)

WEEEEEEEEEEEEEEEE....ragazzi ma a chi credete sia riferito???
All'attuale amministrazione???sbagliato!
Alla rattoppatissimissimissima lista che (forse) verrà presentata dall'A.S.(o da quello che ne resta)???sbagliatissimo!

A NOI!!!!(senza braccio destro teso pannina!)
Siamo noi il futuro..
Ed il futuro si costruisce con i fatti, provando innanzitutto ad essere quelli che possono farli i fatti e non con le critiche di chi ne è sempre stato fuori.

Altrimenti nulla ha senso a partire da questo blog.

Un'altra cosa: smettiamola con questa leggenda(inventata da quello che ne resta...) che vede il sindaco unico responsabile sulla fine della nostra amata sagra...
E' vero non c'è mai stata stima e rispetto reciproco tra le parti ma se a ben 4 amministrazioni più o meno vicine all'A.S. non glien'è fregato nulla, come si pretendeva che proprio lui s'impegnasse in tal senso?
Non stanno così le cose, per stessa ammissione di alcuni componenti, la sagra era comunque destinata a morire.

Ciao uagliòòò

PJ ha detto...

Caro Orion
bentornato!
vogliamo risolvere finalmente il problema account?
Comunicami per cortesia la mail della tua dolce consorte;
vediamo se lei riesce dove tu ing. toppasti sorprendentemente.....
:-)
Cara Pannina
l'Italia nn è la Cina!
Il diritto di criticare e manifestare, è sancito dalla Costituzione.
Non esistono altre precondizioni.
Tanto piu' che, nell'assurda situazione (cinese) in cui tu avessi ragione...gli "autorizzati alla critica" sarebbero solo 12, quanti i membri del Consiglio Comunale.
e gli altri?
gli vuoi mettere il bavaglio
della censura?
Ricordo altresì, che l'esercizio del voto è innazitutto una operazione critica, di valutazione comparativa, quindi presuppone tutto cio' che tu precludi.
..Pannina.... posizioni da rivedere le tue.
un consiglio:
se dici di nn poter esprimere giudizi di sorta sull'attuale Amministrazione, il 27 e 28, donna di principi quale sei, dovresti andare al mare, e nn votare affatto.
:-)
P.S.
ancora nn trovo ciò che mi hai kiesto; ma lo stò cercando...
;-)
Caro Cangini
premesso che tu puoi votare per chi vuoi, per quanto detto sopra;
premesso che, per i stessi motivi, puoi anche dire quallo che ti pare,
ho da farti una osservazione:
ogniuno nella vita, ha un ruolo più o meno dato e consapevole;
calza scarpe a lui comode;
fa quello che può;
dice per quello che capisce.
anche in guerra, come nelle orchestre, esistono prime linee e retrovie;
il risultato finale è l'unica cosa che conta e lo si ottiene facendo suonare insieme ben accordati primi violini e tamburelli.
;-)

SALUTIAMOCI

Palmiro Cangini ha detto...

e no pj decisamente no!
troppo facile!
t'inventi una nuova rima e i signori della corte ti danno ragione...

troppo facile...troppo!
bisogna mettere in gioco il proprio culo carissimo...dando modo a tutti di sputarti in faccia se fai male...
cosa sono le seconde linee???
sono per caso quelle della quale esistenza sanno egli stessi e le prime linee?sono quelli che si spartiscono i meriti stando alla larga dai demeriti??
Dove lavori al SISMI?????

nn si ripeterà un nuovo 2001 pj!

Un saluto dal fronte!!!!

PJ ha detto...

mannaggia la pupazza Camgini!
io nn ho corti, titoli e seguaci!
e neanke li voglio.

SONO SEMPRE STATO IN TRINCEA E DI SPUTI IN FACCIA NE HO PRESI PIU' DI TE, PURTUTTAVIA CONTINUO A METTERCI DEL MIO, PER CIO' CHE POSSO, PERCHE' E' QUI CHE VIVO ED E' QUI CHE VOGLIO RESTARE,
NE PECORA NE LUPO.

detto questo, e spero di nn doverlo ripertere piu',
tu sai benissimo, xè siamo amici, che questa volta sono libero da impedimenti e quindi disponibile anche a finire su una lista di candidati.
ma
nessuno e dico nessuno
può negare a kikkessia
di esternare le sue posizioni senza sentirsi per questo costretto a candidarsi.

CIAUz

pannina ha detto...

Premetto che il fatto di essere per UNA volta d'accordo con Cangini mi inquieta...
:-))

Caro PJ,
stando a quanto affermi, il diritto di criticare è lecito per tutti solo perchè la nostra costituzione lo prevede.
Ti ricordo solo una cosa in proposito: la nostra costituzione è stata stilata quando i doveri venivano prima dei diritti, quando la gente ancora moriva per le cose in cui credeva e quando c'era ancora qualcuno che pensava che l'Italia dovesse essere una repubblica fondata sul lavoro e che la legge dovesse essere uguale per tutti.
I tempi e le persone, ahimè, sono cambiati.
Certo, alcuni diritti sono diritti e basta. Sono universali e senza tempo.
Altri, a mio modesto parere, andrebbero un tantino rivisti, sulla base del concetto che oggi "la massa" ha della parola diritto.
Ti faccio un esempio: un mio caro amico sostiene che il diritto di voto dovrebbe essere dato solo a chi sa cos'è la politica, o per lo meno a chi se ne interessa un minimo. Del resto, solo se esercitato con consapevolezza e responsabilità il voto diventa un dovere, prima ancora che un diritto. Esattamente come dovrebbe essere.
Sempre secondo il caro amico, la stessa cosa si potrebbe applicare a chi manifesta il desiderio di candidarsi in un partito. Che so..as esempio facendo entrare solo chi è in grado di superare una sorta di test sugli avvenimenti o i personaggi più importanti che nel tempo hanno caratterizzato il tal partito.
In sostanza il concetto sarebbe il seguente: se non sai nulla degli avvenimenti salienti della politica del nostro paese negli ultimi 10 anni sei fuori, in un caso e nell'altro.
Visto il livello dei soggetti che ci governano, e gli esiti delle ultime elezioni, io non posso che essere d'accordo con le suddette tesi.
A te sembrano così irragionevoli?
O è così scontato, ormai, il diritto di avere dei diritti? Talmente scontato che se si suggerisce di porvi dei limiti si viene accusati di considerare l'Italia al pari della Cina?
PJ, PJ..
Non è una questione di Cina, censura o bavaglio. E' solo una questione di coerenza. Criticare, manifestare e votare con coerenza.
Chiedersi semplicemente se si ha, in tutta coscienza (e non semplicemente perchè la costituzione lo consente) il diritto di farlo.

Detto questo, mi sovviene una domanda spontanea: dici di essere abituato a stare in trincea e a rimetterci la faccia in prima persona, vuoi restare qui nè pecora nè lupo, sei libero da impedimenti, disponibile a finire su una lista di candidati (non ho capito quale), ma scusa..perchè non lo fai??

Un'ultima cosa e chiudo: vedo e sperimento smanie di primadonnismo politico a livello nazionale tutti i giorni. Quando la sinistra ha vinto le ultime elezioni, ho promesso a me stessa che, per la prima volta nella mia vita, mi avvarrò del diritto (appunto) di non esercitare il mio dovere di voto il giorno in cui il governo dovesse cadere per l'ennesimo Turigliatto di turno, preso appunto da smanie di primadonnismo. Pur essendo a volte davvero sfibrante, nel mio piccolo tengo duro, e spero che anche il governo lo faccia.
Se però questo non dovesse accadere, ti prometto che il giorno in cui si tornerà a votare perchè il governo è miseramente caduto, andrò al mare.
Ma per ciò che riguarda quest'amministrazione comunale sono ancora agli inizi e voglio essere un pò più speranzosa..
Ed essendo donna di principi quale mi dipingi, fino al 28 maggio cercherò di capirne un pò di più e poi andrò a votare.

Anche perchè per il mare partirò il 29..
;-)



Cari saluti
Pannina

PS: spero che la ricerca di ciò che ti ho chiesto abbia presto un esito positivo..grazie :-)