News

PASTICCIO PdR

19.11.10

Orgoglio Aquilano


Dalla terra al territorio: un progetto ideato per la promozione, la conoscenza e la valorizzazione delle produzioni agricole di qualità del cratere sismico,nella consapevolezza che la ricostruzione non è fatta solo di cemento. L'idea illustrata nel corso di un primo incontro che si è svolto in un tendone allestito nel quartiere del progetto Case di Paganica 2, è quello di organizzare e far crescere anche nel cratere sismico la filiera corta, attraverso la consolidata esperienza dei gruppi di acquisto solidale.Ovvero un mercato senza ‘mercanti', che abbia come base un rapporto vero e immediato tra produttori e consumatori basato sul contatto diretto, sulla reciproca fiducia, sull' incontro e rispetto. Dalla terra alla tavola, senza intermediazioni: ecco una strada da percorrere per consentire agli agricoltori locali di risollevarsi dalle immani difficoltà che stanno affrontando dopo il terremoto. Un'impresa che marita attenzione per l'impegno a favore dell'artigianato locale. Orgoglio aquilano, il consorzio nato per ridare slancio alle imprese artigiane locali, ha vinto, nell'ambito del Festival di Ravenna, il prestigioso premio nazionale Etica ed Impresa 2009, quest’anno dedicato alla follia. A premiare il consorzio un comitato scientifico composto da docenti delle più prestigiose università italiane. Il progetto punta alla realizzazione di una rete di ristoranti “99” per l’esattezza in varie parti d’Italia e del mondo che dovranno utilizzare i prodotti dei consorziati, come illustra la Dott.sa Annamaria Bonanni Presidente del consorzio insieme al Responsabile Ristorazione Paolo Pecilli. Il punto di forza? Lo zafferano di Navelli

http://www.abruzzo24ore.tv/articolo/Orgoglio-aquilano-prodotti-locali-per-il-rilancio-del-cratere/1262.htm

Udite signori, è nato il primo ristorante “ Oro Rosso” Località Sassa zona industriale gestito dal grande Fabio Climastone, quello della Quintana per Intenderci. Finalmente qualcosa di nuovo, vero e genuino. Una curiosità particolare sarà la presenza,dentro ciascun locale, della riproduzione in Pietra di uno dei 99 mascheroni del Monumento delle 99 Cannelle a cui il progetto si è ispirato. Jamo nnanzi fra….

saluti De Santis

4 commenti:

L.C ha detto...

bravo DE Santis e ben risentito! finalmente una notizia che dovrebbe stimolare tutti noi...Speriamo in un futuro migliore.Peccato che a Prata le iniziative sono solo per "pochi intimi" e OCCULTE...ma l'invito è sempre RESISTERE RESISTERE RESISTERE nonchè INSISTERE INSISTERE INSISTERE per sconfiggere chi mal governa L.C.

L.C ha detto...

bravo DE Santis e ben risentito! finalmente una notizia che dovrebbe stimolare tutti noi...Speriamo in un futuro migliore.Peccato che a Prata le iniziative sono solo per "pochi intimi" e OCCULTE...ma l'invito è sempre RESISTERE RESISTERE RESISTERE nonchè INSISTERE INSISTERE INSISTERE per sconfiggere chi mal governa L.C.

Anonimo ha detto...

ok

faustigno ha detto...

Bè io sono andato,vabbene l'iniziativa,vabbene la voglia di ripartire ma non è tutta questa bontà,la pizza era mangiabile,il vino rosso marchiato da orgoglio aquilano era imbevibile. Ed in più non è affatto economico..In giro c'è di meglio